Danni Ulteriori

Home  »  Danni Ulteriori

Le problematiche di tipo emotivo/psicologico determinano il diritto ad un risarcimento definito danno morale (pretium doloris) che viene determinato comunemente nelle misure variabili di 1/5 1/4 1/3 e 1/2 dell’inabilità permanente. Recente sentenza della corte di cassazione a sezioni unite ha sciaguratamente ridotto il diritto a questa voce di danno solo a casi specifici e motivati. A tutti gli effetti si tratta dell’ennesimo favore alle compagnie assicurative che cercano così di ridurre ulteriormente i già bassi risarcimenti proposti dalle assicurazioni Il danno morale viene riconosciuto unicamente in presenza di un sinistro con lesioni.

Danno psicologico

Se un danneggiato a seguito di un sinistro stradale manifesta l’insorgere di specifiche sofferenze di natura psicologica vi è la possibilità di valutare con apposite perizie detta sofferenza. Il punteggio determinato del danno psicologico va ad aggiungersi alle altre voci di danno.

Danno esistenziale

Alcune sentenze hanno riconosciuto legittima anche la richiesta da parte di familiari di risarcimento per danno biologico anche in caso di gravissime lesioni personali come danno derivante dalla persa serenità familiare o danno per la limitazione ad una tipica facoltà della persona nel caso di un coniuge che non poteva più avere rapporti sessuali. Questo tipo di danno viene comunemente chiamato danno esistenziale.

Danno da lucro cessante

Tutte le perdite economiche derivanti da un incidente sono risarcibili se adeguatamente documentate. In caso di libero professionista, il mancato reddito si calcola prendendo in considerazione il miglior 740 degli ultimi tre anni lavorativi o in alternativa possono essere prodotti documenti che attestino la perdita di specifiche commesse di lavoro a seguito del sinistro.

Danno da incapacità lavorativa specifica

Se l’invalidità subita comporta una incapacità a svolgere specifiche mansioni o maggior fatica nell’assolverle vi è questa ulteriore voce di risarcimento. Può anche darsi che la menomazione incida direttamente sul reddito. Da notare che la stessa tipologia di danno (es.la frattura di un piede) può dare origine a un diritto risarcitorio da incapacità lavorativa specifica per un individuo (es.uno sportivo professionista) e non per un altro (es.un impiegato)

Danno emergente

Quando a seguito dell’incidente siano state sostenute spese di vario tipo (mediche, carro attrezzi, fermo tecnico/noleggio auto sostitutiva, costruzione di un ascensore, modifiche nell’appartamento o ai veicoli di trasporto, assistenza personale…) le spese stesse, se adeguatamente documentate, vanno risarcite e quindi poste a carico della compagnia assicurativa.”